recensioni

Kate Morton “Il giardino dei segreti”

KATE MORTON

Kate Morton è nata in Australia nel 1976. Si è laureata in letteratura inglese ed ha seguito un corso di approfondimento al Trinity College di Londra. Terminati gli studi, in un primo momento, pensò di intraprendere la carriera di attrice teatrale. Poi però si rese conto che la sua passione era la scrittura.

Il suo primo romanzo “Ritorno a Riverton Manor” del 2007 ottenne un notevole successo e da allora la scrittrice non si è più fermata.

E’ sposata con un compositore. Hanno due figli.

IL GIARDINO DEI SEGRETI

Blakhurst (Inghilterra), seconda metà dell‘800: la secondogenita della facoltosa famiglia Mountrachet fugge di casa con un marinaio. Rimasta presto vedova e con due bambini, un maschio ed una femmina, preferisce vivere in povertà piuttosto che tornare a casa con i piccoli. Diversi anni dopo però la bambina, Eliza, viene ritrovata dai ricchi parenti e ricondotta nella tenuta di famiglia, dove cresce insieme alla cugina.

Londra, 1913: una bambina si ritrova sola su un piroscafo diretto in Australia. Giunta a destinazione viene accolta da Hugh e Lil O’Connor che le nascondono le sue origini e la crescono come fosse figlia loro. Solo nel 1930 Nell scopre di essere una trovatella e questa nuova consapevolezza la segna profondamente, privandola della fiducia in sé stessa e nel prossimo, tanto da impedirle di  avere una vita pienamente soddisfacente e, persino, di creare un vero rapporto con la sua unica figlia.

Brisbane (Australia), 1976: Nell parte alla volta dell’Inghilterra per scoprire di più sulle sue origini, ma non arriva a conoscere tutta la verità perché deve tornare in Australia per prendersi cura della nipote Cassandra, appena adolescente.

Brisbane 2005: alla morte della nonna, Cassandra scopre che la nonna aveva dei legami con Blakhurst e che stava facendo delle ricerche in tal senso. Sebbene ancora profondamente ferita in seguito ad una tragedia personale piuttosto recente, decide di continuare le indagini della nonna a proposito delle sue origini.

GIUDIZIO

“Il giardino dei segreti”, del 2008, è il secondo romanzo della Morton. Già nel primo libro era evidente la passione dell’autrice per il passato e per i legami che si dipanano nel corso del tempo congiungendo epoche molto diverse fra loro. Ma se in “Ritorno a Riverton Manor” i piani temporali erano solo due e la voce narrante una sola, ne “Il giardino dei segreti” tutto è amplificato. In un primo momento in effetti si riamane un po’ spiazzati dai continui passaggi da un’epoca all’altra e da una protagonista all’altra. Ma quando si ha chiaro quali siano le figure coinvolte, il ritmo narrativo si assesta ed il lettore segue agevolmente le diverse linee temporali riallacciandole mano a mano l’una all’altra. Dunque una trama assai articolata, piena di colpi di scena che tengono inevitabilmente avvinto il lettore fino all’ultima pagina. Tanti personaggi femminili tutti di spessore e più che apprezzabili. Un mistery storico di altissimo livello sullo sfondo di una Cornovaglia mirabilmente descritta.

il giardino dei segreti

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Lascia un commento