recensioni

Janet Evanovich “La Saga di Stephanie Plum”

JANET EVANOVICH

Janet Evanovich è una scrittrice statunitense, classe 1943, divenuta famosa in patria per la collana di romanzi su “Stephanie Plum”. In Italia questi libri sono relativamente poco conosciuti. Sia la Salani che la Tea hanno pubblicato i primi romanzi della saga ma non si è mai andati oltre l’ottavo volume, contro la ventina e più uscita oltre oceano. E’ sicuramente una delle mie autrici preferite ed è per leggere i romanzi mai pubblicati da noi che ho scoperto “Leggerepersempre”. Mi pare giusto dunque iniziare la mia nuova avventura con questo blog presentandovi la sua Sthephanie.

LA SAGA DI STEPHANIE PLUM

Sthephanie Plum è una ragazza di circa trent’anni. Divorziata, dopo un breve matrimonio conclusosi in seguito al tradimento di Lui, colto in flagranza sul tavolo del soggiorno con un’amica d’infanzia. Ha origini italiane e gitane. S vive a  Trenton, New Jersey; ha un bilocale in affitto nel Borgo, quartiere piccolo borghese di immigrati italiani, una zona relativamente tranquilla e sicura (funzionale agli affari della mafia locale); S è cresciuta nel Borgo, infatti vive a poche strade di distanza dalla sua numerosa e particolare famiglia. Ci sono una mamma un tantino invadente, soprattutto perché angosciata all’idea che le figlie non riescano a sistemarsi, e che non disdegna l’alcool per tenere sotto controllo l’ansia; un padre assolutamente rassegnato ad essere perennemente in minoranza rispetto alle donne di casa e che tende a sfuggire i conflitti; una sorella da sempre considerata perfetta ma, in realtà, reduce da un improvviso divorzio per corna che torna a vivere in casa insieme alle due figlie in età da elementari (e una delle due finge perennemente di essere un cavallo). Ma il personaggio più peculiare della famiglia di S. è la nonna materna, che vive con figlia e genero dalla morte del marito. Nonna Mazur è un’arzilla vecchietta, piena di voglia di vivere, concentratissima sulla possibilità di fare ancora sesso e perfettamente aggiornata su Fiftycent e compagni (per chiunque non abbia adolescenti in casa e la Tv perennemente sintonizzata su MTV, si tratta di un rapper).

Dunque, poco dopo il divorzio, S perde l’impiego presso una ditta di biancheria intima e deve cercarsi qualcosa di nuovo. Finisce con l’andare a lavorare per un cugino, Vincent Plum, che gestisce un ufficio cauzioni e che l’assume, sebbene di mala voglia, coma cacciatrice di taglie. Neanche a dirlo S è terribile come cacciatrice di taglie, anche perché detesta le armi, non è esperta di arti marziali o di sistemi di sorveglianza, o di altro di alcunché utile per svolgere un lavoro così peculiare. In compenso ha una fortuna sfacciata, per cui i ricercati sembrano costantemente cadere nelle sue braccia, mettendola però spesso anche in situazioni realmente pericolose.

In questo ambiente S viene a contatto con Connie, storica impiegata dell’ufficio cauzioni, la sola nella sua famiglia a non avere alcuna affiliazione diretta con la mafia locale; con Lula, ex prostituta nera e obesa, ufficialmente archivista presso l’ufficio ma molto più interessata ad affiancare S nelle sue avventure, salvo combinare ancora più pasticci di S stessa (che non è facile) e, soprattutto, con i due uomini della sua vita. Ranger è un tenebroso mercenario, anch’egli cacciatore di taglie, anzi fiore all’occhiello dell’Agenzia di Cauzioni. Ex militare delle forze speciali, con capacità decisamente al di sopra della media. E’ senz’altro innamorato di S ma perfettamente consapevole di non poterle offrire una relazione stabile. Joe Morelli è un aitante detective della polizia di Trenton. S e Joe in realtà si conoscono da sempre visto che entrambi vengono dal Borgo. Sono innamorati l’uno dell’altra, ma il lavoro di S e la sua attrazione per Ranger complicano notevolmente il loro rapporto.

Accanto a questi personaggi principali vi sono poi, di volta in volta, altre figure, brevemente tratteggiate ma non meno esilaranti, da Vincent Plum a Sally, un travestito coinvolto in alcune indagini di S, da Joyce Bernard, da sempre odiosa rivale di S sul lavoro e in amore, a Tank, mercenario e braccio destro di Ranger, ecc..

I romanzi attualmente disponibili in italiano in libreria sono:

-Bastardo numero uno

-Due di troppo

-Tre e sei morto

-Non dire quattro

-Batti il cinque

-Sei nei guai

-Stephanie ammazza sette

-Otto volante

Su “Leggerepersempre” e su “lamagiadeilibri” potrete trovare anche alcuni dei romanzi successivi.

GIUDIZIO

Dunque i romanzi della Evanovich raccontano la vita di S, professionale e sentimentale, con una fantasia ed un umorismo che non hanno eguali. Iniziare a leggere uno dei suoi romanzi implica che non sarà possibile chiuderlo fino all’ultima pagina e, anche allora, il solo desiderio del lettore sarà quello di procurarsi il romanzo successivo per continuare a vivere le sue avventure, fra una macchina incendiata ed una crivellata di proiettili (S distrugge in media tre auto a romanzo), una notte di passione con Ranger ed un tentativo di convivenza con Morelli, un’abbuffata di ciambelle con Lula ed un pomeriggio portandosi dietro nonna Mazur. Risate garantite, giuro, soddisfatti o rimborsati!

Stephanie Plum

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Lascia un commento