recensioni

Lucinda Riley “La ragazza della luna (Le Sette Sorelle 5)”

LUCINDA RILEY

Lucinda Riley è il nome d’arte di Lucinda Edmonds, nata a Lisburn, in Irlanda, nel 1968, che oggi vive fra il Norfolk, Inghilterra, ed il sud della Francia, insieme al marito e ai quattro figli.
Terminati gli studi, la Riley ha provato ad intraprendere la carriera di attrice ma non ha avuto successo. Così, a 24 anni, nel 1992, ha scritto il suo primo libro, diventando, in pochi anni, un’autrice romance di successo, tradotta in 28 lingue e con all’attivo più di cinque milioni di copie vendute.
Molti suoi romanzi sono stand alone ma recentemente la scrittrice ha deciso di cimentarsi con una saga, “Le sette sorelle”, di cui, a marzo del 2019, sono già stati pubblicati i primi cinque volumi, sui sette previsti.

LE SETTE SORELLE, LA SERIE

Nella spettacolare tenuta chiamata “Atlantis”, sulle rive del lago di Ginevra, un ricco e misterioso magnate, detto Pà Salt, ha cresciuto, con il supporto della tata Marina, numerose bambine adottate. Nei progetti originari le piccole avrebbero dovuto essere sette, come le stelle che costituiscono la costellazione delle Pleiadi, ma la settima bambina non “è mai stata trovata” e le sorelle sono rimaste sei: Maia, Ally, Star, CeCe, Tiggy ed Electra. Formatesi in un ambiente amorevole e sicuro, tutte le ragazze D’Aplièse sono diventate, negli anni, donne in gamba, con belle ed appassionanti carriere.
Alla morte del padre le sei sorelle si ritrovano tutte insieme nella casa di infanzia per confortarsi a vicenda e ricevere le disposizioni testamentarie. Pà Salt ha provveduto economicamente a tutte ed a ciascuna ha lasciato una lettera con gli indizi necessari per scoprire, volendolo, la propria origine.

LA RAGAZZA DELLA LUNA

Tiggy, la quinta sorella D’Apliese, è sempre stata la più spirituale e quella con la salute più cagionevole. Laureatasi in zoologia, ha lavorato prima in uno zoo e poi in una piccola riserva faunistica. A pochi mesi dalla morte del padre decide di accettare una nuova offerta in una vasta ed antica tenuta privata scozzese che il nuovo proprietario vorrebbe ripopolare con animali autoctoni.
Tiggy si ambienta subito a Kinnaird. Lega con la governante e con il guardiacaccia, subisce le avances del ricchissimo Zed Eszu, si invaghisce del proprietario, Charlie, e, soprattutto, incontra Chilly, un vecchio gitano che scopre ben presto essere legato alla sua famiglia biologica, originaria di Sacromonte, vicino a Granata.
Ricevute dunque tanto inaspettatamente le prime informazioni sulla sua storia personale, la zoologa decide di recarsi di persona in Spagna per proseguire le ricerche e viene così a conoscenza non solo della storia di Lucia Amaya Albaycin, famosissima ballerina di flamenco di inizio secolo nonché sua nonna, ma anche delle credenze e delle tradizioni della sua gente che le chiariscono il perché delle sensazioni e delle capacità che lei avverte in sé fin dalla giovanissima età.
La maggiore consapevolezza di sé, consente a Tiggy di acquisire una sicurezza inaspettata, fondamentale per risolvere alcuni problemi contingenti che affliggono Kinnaird e, forse, anche per gettare le basi di una nuova e splendida relazione sentimentale.

GIUDIZIO

Come già successo nei volumi precedenti, anche questa volta la Riley si dimostra più abile nella costruzione dell’intreccio storico piuttosto che in quello ambientato ai nostri giorni. La situazione vissuta personalmente da Tiggy è decisamente improbabile sia perché l’autrice non spiega in alcun modo la presenza di Chilly nella tenuta scozzese, sia a causa degli intrighi (per altro banali) relativi a Kinnaird, sia per l’elemento magico legato alle credenze gitane. La sola parte davvero interessante è quella relativa alla presenza di Zed che chiarisce ormai inequivocabilmente come intorno alla morte di Pà Salt si celi un mistero che prima o poi andrà svelato. Nulla da contestare invece alla storia di Lucia, appassionante e storicamente accurata, con personaggi costruiti alla perfezione e descrizioni impeccabili.
Il problema a questo punto è: quanto bisognerà aspettare per il sesto romanzo?

 

La ragazza della luna

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Lascia un commento