recensioni

Ann B. Ross: la serie di “Miss Julia”

ANN B. ROSS

Ann B. Ross è nata in Georgia, USA, nel 1936. Si è laureata preso l’università del  North Carolina in Filosofia e Letteratura in età adulta, dopo la partenza dei figli per il college, e per un certo periodo ha insegnato. Come scrittrice ha esordito negli anni ’80 con due gialli ma ha raggiunto il successo solo nel 1999, con il primo romanzo dedicato alle avventure di “Miss Julia”. Ad oggi sono 14 i romanzi incentrati su questo personaggio, ma in italiano è possibile trovare solo i primi quattro: “Miss Julia dice la sua”, “Miss Julia scende in pista”, “Miss Julia salta in sella” e “Miss Julia organizza un matrimonio”.

MISS JULIA

Miss Julia è una donna del sud di circa sessant’anni, dimessa, ubbidiente al marito e alle convenzioni sociali, rassegnata ad una vita banale ma comoda, sempre uguale giorno dopo giorno. E’ sposata da decenni con Wesley Lloyd Springer, banchiere tanto integerrimo quanto noioso, ha una bella casa, una governante di colore, Lilian, fa attivamente parte della Comunità religiosa locale. Una sera Miss Julia si rende conto che il marito è in ritardo rispetto all’abituale ora di rientro e si affaccia sul vialetto di casa dove trova la macchina di Lloyd … con dentro il marito, morto stecchito a causa di un infarto. La reazione di Miss Julia è pacata: non era innamorata e non soffre per la perdita, tanto più che l’esecutore testamentario, nonché amico di vecchia data, Sam, le svela di essere diventata una ricchissima vedova. Miss Julia sta a malapena iniziando ad adeguarsi al nuovo stato di fatto quando alla sua porta si presenta una giovane donna con un bambino in età scolare al seguito. La ragazza svela a Miss Julia di aver avuto per anni una storia con Wesley Lloyd e che il piccolo è il frutto della relazione adulterina. Come se ciò non bastasse le affida il bambino e scompare. Così, di punto in bianco, Miss Julia si trova a doversi occupare del piccolo Lloyd (assolutamente adorabile), a gestire i pettegolezzi dovuti allo scandalo, a cercare di scoprire che fine ha fatto la madre del bambino e a fronteggiare le pretese di quanti ritengono di aver diritto ad una fetta del suo patrimonio. Ma, mentre in molti sono convinti di poterla manipolare a loro piacimento, Miss Julia, con l’aiuto del piccolo Lloyd, di Lilian, di Sam, dell’agente Bates e dell’avvocato Bixie, imparerà ad essere una donna autonoma, forte e decisa nelle proprie posizioni e pronta, per la prima volta nella sua vita, a mettere in discussione le abitudini sociali seguite da sempre per vivere invece rocambolesche avventure cui mai avrebbe pensato di poter prendere parte.

GIUDIZIO

I romanzi di Miss Julia sono adorabili. Libri in grado di regalare piacevoli parentesi di qualche ora. Certo non si ride a crepapelle, ma si sorride costantemente e ci si affeziona inevitabilmente al piccolo Lloyd, a Lilian, a Sam e soprattutto a Miss Julia, la cui crescita personale non può che conquistare il lettore che, nel giro di pochi capitoli, inizia inevitabilmente a fare il tifo per Lei.

miss julia

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Lascia un commento