recensioni

Jessica Fellowes “Morte di un giovane di belle speranze (I delitti Mitford 2)”

JESSICA FELLOWES

Jessica Fellowes, classe 1974, ha lavorato come giornalista a lungo e per numerose testate, da “Country Life”, dove era vice direttrice, al “Sunday Mail”, dal “Daily Telegraph” al “Guardian”, al “Sunday Times”.
Nipote di Julian Fellowes, ha collaborato con lo zio alla creazione di “Downton Abbey” e ha scritto ben cinque libri relativi ai retroscena della serie.
Ha esordito come giallista con “L’assassinio di Florence Nightingale Shore”, per il quale ha preso spunto da un vero caso di cronaca nera rimasto irrisolto ed in cui ha affiancato dei personaggi immaginari a figure storiche reali, in particolare alle sei sorelle Mitford, rampolle dell’alta società dell’epoca. “Morte di un giovane di belle speranze” è il sequel di quel romanzo ma mentre lì, di tutte le sorelle Mitford, spiccava solo la figura della maggiore, Nancy, in questa nuova storia, ambientata 5 anni dopo, fra i protagonisti principali c’è anche la secondogenita di casa, Pamela.

MORTE DI UN GIOVANE DI BELLE SPERANZE (I delitti Mitford 2)

Inghilterra 1925. Nancy Mitford, avvenente giovane donna, rampolla di una ricca famiglia aristocratica, organizza la festa per il diciottesimo compleanno della sorella minore Pamela ed invita in campagna, nella prestigiosa residenza di famiglia, Ashtall Manor, i suoi amici, tutti appartenenti all’alta società e tutti dediti ai piaceri tipici dell’epoca: alcool, droghe e nottate brave nei jazz club. Al termine del party, fra pochi intimi viene organizzata una caccia al tesoro durante la quale uno dei giovani ospiti, Adrian Curtis, viene ucciso. La polizia locale arresta quasi subito Dulcie Long, cameriera di casa Curtis. In effetti la donna non solo aveva da lungo tempo una relazione clandestina con il morto, ma viene perfino trovata in possesso di numerosi gioielli trafugati ad un’anziana gentildonna temporaneamente residente alla tenuta.
Louisa Cannon, cameriera dei Mitford da anni e legatissima sia a Nancy che a Pamela, si sente immediatamente in colpa per l’accaduto: è stata lei infatti a consentire a Dulcie l’accesso alla casa, pur sapendola legata alle Quaranta Ladrone, una banda di ladre attive a Londra, capitanate dalla famosa ed imprendibile Alice Diamond. Pur reputandola colpevole del furto, Louisa però non riesce a credere che Dulci sia anche un’assassina e si ripromette di far luce su quanto davvero successo. Con l’appoggio delle due sorelle Mitford e sfruttando la stagione londinese, inizia ad indagare e si rimette in contatto con un suo vecchio spasimante, Guy Sullivan, agente della polizia metropolitana, impegnato proprio nella caccia alle Quaranta Ladrone.
Dopo un’indagine lunga e complessa, condotta fra le strade malfamate della capitale ma anche nei locali più alla moda, Louisa e Guy riusciranno a far luce sull’omicidio e, forse, anche sul loro rapporto.

GIUDIZIO

In questo suo secondo giallo la Fellowes è riuscita a correggere molti dei difetti presenti nella prima storia. Innanzitutto l’ambientazione è più raccolta, intima, e le grandi residenze di campagna inglesi sono sempre molto suggestive, soprattutto se raccontate in pieno stile “Cluedo” come avviene qui. A livello storico, abbandonati completamente i ricordi di guerra che avevano appesantito non poco il primo libro, l’autrice si concentra sugli struggenti anni ’20, con i locali notturni, la diffusione del jazz, i vestiti provocanti, il fascino della malavita elegante, un periodo a metà fra la mentalità vittoriana e l’emancipazione moderna. Ancora, sebbene vi sia comunque molta “azione”, a risaltare non sono più tanto le interazioni fra i personaggi ma la loro psicologia vera e propria, che risulta pienamente convincente. L’intreccio è valido ed il ritmo vivace, sebbene non si possa certo parlare di narrazione serrata. Quanto all’indagine, è sufficientemente strutturata, meno caotica della prima, ma ancora migliorabile.
In sostanza dunque una lettura piacevole, l’autrice è decisamente cresciuta e può diventare ancora più brava.

 

Morte di un giovane di belle speranze

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Lascia un commento