recensioni

Anna Premoli “Non ho tempo per amarti”

ANNA PREMOLI

Anna Premoli è nata in Croazia nel 1980 ma si è trasferita in Italia con la famiglia nel 1987. Si è laureata in Economia all’Università Bocconi e ha lavorato prima presso la JPMorgan e poi per una banca d’affari. Durante la prima gravidanza si è cimentata con la scrittura per contenere lo stress … ne è scaturito, nel 2012, “Ti prego lasciati odiare” che ha vinto il Premio Bancarella 2013! Da allora non si è più fermata, pubblicando circa due romanzi all’anno:
Come inciampare nel principe azzurro, 2013
Finché amore non ci separi, 2014
Tutti i difetti che amo di te, 2014
Un giorno perfetto per innamorarsi, 2015
L’amore non è mai una cosa semplice, 2015
L’importanza di chiamarti amore, 2016
E’ solo una storia d’amore, 2016
Un imprevisto chiamato amore, 2017
L’autrice ha inaugurato il 2018 con “Non ho tempo per amarti”, sequel (ma comunque autoconclusivo) di “E’ solo una storia d’amore”.

NON HO TEMPO PER AMARTI

Julie Morgan ha poco meno di quarant’anni. Dopo una lunghissima relazione ha colto il compagno in flagranza di tradimento. Da quel momento ha abbandonato gli atteggiamenti e le pose da “femme fatales” ad ha iniziato ad essere semplicemente se stessa: una taglia 42 appassionata di felpe oversize in stile cartoon. Scrive romanzi rosa ambientati in epoca Regency e di quel periodo ama l’abbigliamento, le buone maniere, la discrezione: per dirla tutta, nel 2017 è una specie di pesce fuor d’acqua, restia a usare i social media e digiuna di gossip internazionale.
Dalla separazione Julie vive in un vecchio palazzo a Manhattan, un condominio con inquilini dall’età media piuttosto alta, dove si respira un aria di compassata tranquillità. L’ambiente ideale per scrivere in serenità, senza rumori molesti. La situazione però cambia drasticamente quando all’attico, quindi proprio sopra l’appartamento di Julie, trasloca Terrence Graham: poco più che vent’enne, bellissimo e frontman di una rock band idolatrata da milioni di ragazzine.
Il primo incontro fra Julie e Terrence non è dei più piacevoli, ma ben presto i due ragazzi diventano amici: fra loro vi sono molte differenze ma anche numerosi aspetti in comune e la totale indifferenza di Julie nei confronti della fama di Terrence consente loro di costruire un legame profondo, anche se fatto soprattutto di battute reciproche e tante risate.
Quando però i sentimenti di entrambi evolvono e si fanno più profondi, Terrence non ha alcun problema a dichiararsi a Julie, mentre la scrittrice vede nella differenza di età (11 anni) un ostacolo insormontabile.
Riuscirà Julie a superare il pregiudizio per godersi quest’amore tanto inaspettato ed insolito?

GIUDIZIO

A fronte di un intreccio senz’altro intuibile fin dalle prime battute, lo stile è piacevolmente ironico, i dialoghi brillanti ed i personaggi a tutto tondo.
Come sempre non manca neppure l’attualità, da un lato con le aspre critiche a Trump (la Premoli proprio non si capacita di come sia potuto diventare Presidente!), dall’altro con l’attualissima tematica (leggi Macron e consorte) delle coppie con una Lei più grande di Lui.
La Premoli insomma ha iniziato il nuovo anno con l’ennesimo gioiellino!

non ho tempo per amarti

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Lascia un commento