Emanuela

manu

Mi chiamo Emanuela, classe 1976. Sono cresciuta spostandomi in varie città, dal sud al nord d’Italia, a causa del lavoro di mio padre.

Mi sono diplomata al liceo classico e poi laureata in legge nel novembre del 1999.

Ho subito iniziato la pratica legale ma, nel giro di quattro mesi, mi sono resa conto che quella decisamente non era la mia strada.

Così ho iniziato a cercare lavoro. Sono stata assunta come commerciale da una grande società di Assicurazioni. Neanche quello era il mio lavoro (anzi, se possibile, mi risultava ancora più ostico della pratica legale, eccetto che per il fatto di avere uno stipendio) ma ero terribilmente invaghita del mio capo … l’ho sposato il 1 dicembre del 2001.

A Febbraio del 2002 ero già incinta. Dopo aver avuto Elisa non sono rientrata al lavoro. Per un breve periodo ho fatto l’impiegata presso una ONLUS, ma il mio stipendio non copriva neppure lo stipendio della tata, così sono rimasta definitivamente a casa (decisione giusta o sbagliata? A 14 anni di distanza ancora non saprei dirlo).

I primi anni da casalinga non sono stati semplici. Intanto ci eravamo trasferiti in un paesino alle porte di Milano, un’adorabile bomboniera ma a dir poco claustrofobico per una persona cresciuta in città. In secondo luogo rapportarsi quasi esclusivamente con un’adorabile bambina piccola, luce dei miei occhi … mi mandava letteralmente fuori di testa (è bellissimo giocare a pettinare le Barbie, ma Elisa poteva farlo per tre ore di fila … io non avevo il fisico per quel genere di ritmi!). Con gli anni le cose sono migliorate. Mi sono inserita nella realtà di paese facendo svariate amicizie e mia figlia è cresciuta (non che trattare con un’adolescente sia più semplice che aver a che fare con una bambina di tre anni … diciamo che è diverso!) (A proposito, consiglio vivamente a tutte le mamme, casalinghe o lavoratrici, giovani o meno “Ma come fa a far tutto?” di Allison Pearson: è un romanzo che ho letto diversi anni fa e che quindi non recensirò nel blog ma vi garantisco che è semplicemente esilarante) .

In tutti gli anni in cui sono stata solo moglie e mamma i miei hobby sono stati la palestra, la cucina e, soprattutto, i libri.

Oggi, che mia figlia è del tutto autonoma, ho deciso di condividere con altri questa mia passione. Da poco sono diventata revisore per il blog “leggerepersempre” (oggi “lamagiadeilibri”) e ho deciso di crearne uno mio, dove riportare recensioni e commenti dei libri che leggo.

Prediligo i romanzi, di svariato genere, dal romantico al giallo classico, dal trhiller legale o psicologico al fantasy, fino al satirico. Nel mio blog però non troverete mai articoli sulla letteratura così detta impegnata: alla mia età quando si legge un libro si vuole evadere, distrarsi … almeno questo è quello che cerco io.

Dunque possiamo partire. Ogni volta che finirò un romanzo posterò un breve riassunto (che non sconfini però nello spoiler) e i miei commenti personali su storia e autore. Spero che troverete queste mie “recensioni” utili. Buona lettura a tutti.