recensioni

Maite Carranza “La guerra delle streghe”

MAITE CARRANZA

Maite Carranza è nata a Barcellona nel 1958. Si è laureata in Antropologia ed ha insegnato alla scuola superiore fino a metà anni ’90. In questo lasso di tempo però ha anche pubblicato il suo primo romanzo ed ha conseguito un master in sceneggiatura. In seguito ha lavorato molto per la televisione, ha ottenuto una cattedra all’Università in “scrittura creativa” ed ha pubblicato oltre 50 opere, per molte delle quali ha vinto dei premi. Oggi vive in un paesino con i tre figli.

Questa autrice ha ottenuto il meritato riscontro a livello internazionale negli anni 2000, con una trilogia fantasy che è stato un vero e proprio caso letterario: “La guerra delle streghe” (costituita da “Il clan della lupa”, “Il deserto di ghiaccio”, “La maledizione di Odi”).

LA GUERRA DELLE STREGHE

In un lontanissimo passato, la strega capostipite O aveva generato due figlie, Om ed Od, da cui erano discese due diverse stirpi di streghe: le Omar (mortali, buone, sapienti e legate alla natura) e le Odish (immortali, cattive e fautrici di magia nera), in perenne guerra le une contro le altre.

Ai giorni nostri però di tutto questo la quattordicenne Anaid Tsinoulis, non sa assolutamente nulla. Del resto la sua vita è già sufficientemente complicata così: l’adolescenza non è un periodo facile per nessuno, se poi a quattordici anni ne dimostri ancora dieci ma hai per madre una delle donne più belle e sensuali che si siano mai viste, la tua quotidianità è davvero brutta!

La situazione precipita del tutto quando Selene scompare nel nulla. Anaid è costretta ad andare a vivere con la maldestra zia Criselda e, finalmente, comincia ad apprendere la verità sulla sua famiglia, sul mondo delle streghe e su sé stessa. Inizia così per Anaid un lungo percorso, affascinante ma anche doloroso, che la vedrà sbocciare come donna e come strega ma che la porterà anche ad essere coinvolta in prima linea nella guerra fra le Omar e le Odish. Così la crescita personale di Anaid sarà influenzata dal passato importante della sua famiglia e, in particolare, dalla storia di Selene, e la porterà a compiere atti di straordinario coraggio, ma anche gravissimi errori, in un crescendo di colpi di scena fino allo scontro finale.

GIUDIZIO

La saga della Carranza si fa notare nell’universo fantasy per i paesaggi mediterranei generalmente latitanti in questo genere letterario. Dai richiami ad un mitologico passato fino ai giorni nostri, l’autrice costruisce un mondo incredibilmente affascinate che conquista il lettore fin dalle prime pagine, anche per quel confine così sottile fra bene e male che rappresenta benissimo la vita di ciascuno. Lo stile è incisivo e i dialoghi ben costruiti. L’intreccio è originale e convincente, anche se, forse, nell’ultimo romanzo un pò macchinoso e troppo complesso. Il punto di forza della saga, comunque, sono i personaggi femminili. Donne fragili e forti allo stesso tempo con cui è davvero facile immedesimarsi e di cui ci si innamora.

la guerra delle streghe

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Lascia un commento