recensioni

Susan Elizabeth Phillips “La prima stella della notte”

SUSAN ELIZABETH PHILLIPS
Susan Elizabeth Phillips è nata a Cincinnati, in Ohio, nel 1948. Ha lavorato come insegnante di scuola media fino alla nascita del suo primo figlio. A quel punto ha scritto un romanzo a quattro mani con Claire Kiehl e ha pubblicato sotto lo pseudonimo di Justine Cole. Il libro è andato bene ma la Phillips e famiglia si sono dovuti trasferire dall’Ohio in New Jersey così Lei ha deciso di provare a scrivere da sola usando il suo vero nome. Oggi è un’autrice da milioni di copie e tradotta praticamente in tutto il mondo. Vive con il marito e i due figli a Chicago.
La Phillips ha pubblicato diversi romanzi stand alone nonché la “Serie di Wynette Texas”, ma la collana che l’ha resa famosa a livello internazionale e che ha fatto di Lei la regina del romance sportivo è quella così detta dei “Chicago Stars”.
Si tratta di otto libri, tutti autoconclusivi, ma che hanno come filo conduttore l’immaginaria squadra di football dei Chicago Stars appunto. La particolarità è che, sebbene ciascuna vicenda sia autonoma, in ogni romanzo compaiono alcuni personaggi già protagonisti di quelli precedenti. L’ultimo libro della serie è “La prima stella della notte”.

LA PRIMA STELLA DELLA NOTTE
Piper Dove ha circa trent’anni. Orfana di madre dai quattro anni, è stata cresciuta dal padre Duke, titolare di una famosa agenzia di investigazioni private. Duke ha fatto di Piper una donna forte ed autonoma, con interessi e priorità più maschili che femminili, salvo poi cercare di proteggerla il più a lungo possibile. Così, da adulta, Piper tende a non dar peso ad emozioni e sentimenti ma ,anzi, a reprimerli e contemporaneamente è intenzionata a dimostrare di poter essere un ottimo investigatore.
Cooper Graham è cresciuto, anche Lui orfano di madre, in una fattoria insieme al padre affetto da sindrome post traumatica da stress. Divenuto adulto anzi tempo, ha imparato a dare tutto sé stesso in ogni impresa e a rifiutare la possibilità di perdere. Proprio per questo è stato un grande ed amatissimo quarterback ed ora, appena ritiratosi, ha aperto un locale notturno alla moda ed è in cerca di finanziamenti per creare una vera e proprio catena di club simili.
Piper e Cooper si incontrano in modo alquanto rocambolesco e la Star decide di assumere la giovane investigatrice perché si occupi di svariati aspetti della sua nuova impresa. La tensione sessuale fra i due è evidente praticamente da subito ma sono molti gli aspetti caratteriali che li dividono e che fanno nutrire a entrambi dubbi sulla possibilità di un futuro insieme. Mentre le indagini dell’investigatrice mettono a nudo pericoli di cui Cooper non si era neppure reso conto il loro rapporto riuscirà davvero a decollare?

GIUDIZIO
Un romance dall’ambientazione insolita (il mondo dello sport e degli affari) e con uno sfondo da giallo. Dei personaggi perfettamente costruiti, a partire dai due principali per finire alle comparse. Dialoghi brillanti. Una trama assai articolata ma molto ben gestita. Qualche scena di sesso bollente. E’ stato il mio primo libro della Phillips ma sicuramente non l’ultimo.

la prima stella della notte

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Un pensiero riguardo “Susan Elizabeth Phillips “La prima stella della notte”

Lascia un commento